La mia gara al Fuji (tanto qualcuno deve pur arrivare ultimo)

E’ il giorno della prima di campionato nel GT3 di SimracingLeague. FastLuke è pronto. Davanti a lui la gloria. O l’oblio.

“Ero ancora li che cercavo di abituarmi alle gomme morbide considerato che avevo fatto il mio set up con l’impostazione gomme automatiche ed avevo sempre provato con meteo nuvoloso, quando mi arriva la richiesta di presenza dall’Host.
C***o! Rispondo “ok” e rimonto le gomme dure.
Finalmente è la stessa macchina di eri. Creo un nuovo slot al volo, visto che non sovrascrive.
Arriva l’invito, entro.
Mentre scelgo macchina e livrea mi butta fuori. Recupero l’invito rientro, carica la stanza 80%, 82%, mi butta fuori. Rientro. Forse ci siamo.
Guardo il conto alla rovescia: c’è tutto il tempo. Carico il setup, la strategia box, quel dannato specchietto che sparisce ogni volta. Pronto. Parto.

Faccio qualche giro e finisce il tempo delle Prove libere. Mi ritrovo in una stanza con altri concorrenti ed in fondo c’è scritto “esci”.
Per andare avanti dovrò uscire o aspettare? Bho. Aspetto un po’. Poi esco.
C***o.
Sono fuori dalla gara!
Recupero l’invito dell’Host e rientro. Tutto ok, sono dentro. In alto leggo “Qualifiche”. Ricarico setup, box, specchietto e mentre sto per entrare in pista mi arriva un messaggio PSN: spegni il microfono.
Il microfono?
Ma lo ho spento prima di entrare col tastino delle cuffie. La voce sexy mi ha detto “Mike off”. Perchecazzo sta funzionando? Accendo, spengo, vado sulle impostazioni audio, non trovo nulla. Rientro in stanza: se non vado in pista non riesco neanche a fare un giro. Parto. Ultimo. Non avevo dubbi. Va tutto bene.
Questa volta aspetto. Funziona.
Entro nella schermata di gara, carico setup, box, specchietto. Imposto “pronto”.
Ma il tarlo del microfono mi assilla, non vorrei disturbare nessuno: esco dal gioco, cerco il messaggio e rispondo “come?” (spegnere il microfono). Rientro nel gioco.
Ma dove c***o siete tutti?
Sono solo sulla griglia, in fondo in fondo una riga di semafori verdi. Siete già tutti partiti. Non ci credo.
Parto anche io. Meglio tardi che mai. E tanto qualcuno deve pur arrivare ultimo.

La macchina va da Dio, il mio setup è favoloso. E’ un piacere ed un divertimento guidarla. So che giro molto più lento degli altri, ma me la voglio godere.
Guardo il tempo: un’ora ed un quarto: pensavo durasse meno, speriamo che basti la benzina.
Mi metto comodo, accendo il ventilatore e faccio la mia gara in solitaria. Voglio arrivare in fondo e le premesse sembrano esserci.

Dopo una ventina di minuti una roba blu si accende in basso a destra. Non riesco a leggere in tempo alzo lo sguardo nello specchietto e vedo un razzo rosso che mi punta contro. Mi stanno doppiando!
Istintivamente alzo il piede dal gas e non imposto la curva per non occupare pista, l’istante seguente sto guardando un muro da vicino, fermo, girato. C***!
Il bolide rosso riparte, e scompare. Dopo poco arriva il secondo. Mi aspetto il terzo ma non arriva.
Rientro in pista. Pochi danni, fortunatamente solo un “1” sul motore. Riprendo la mia andatura GT.
Sticazzi come andava quello, faceva fuoco. Peccato per l’incidente. Certo che se girano così è fantascienza. Meno male che non ha perso la posizione.
Mentre sto facendo queste considerazioni mi arriva un concitato messaggio PSN che mi informa che la collisione purtroppo ha rovinato la gara al leader.
Non ci voleva. Mi spiace.

Arrivo a metà gara e cerco di fermarmi ai box ho 8 litri di benzina e la macchina comincia ad andare dove vuole. Naturalmente arrivo lungo e non riesco ad entrare, sarà per il prossimo giro.
Cambio gomme, benzina, riparazioni motore che a quel punto lamentava un bel 2, due tiri di ecig e riparto.
Mi cade l’occhio sui tempi e sulle posizioni: sono ottavo? Ma è impossibile: cosa è successo davanti? Il terzo mi avrà doppiato 4 o 5 volte, quello che era secondo con la macchina nera lo ho visto meno. Peraltro volava. Mi ha sorpassato all’interno limandomi la fiancata.
Spettacolare.

Insomma, bella esperienza, divertente, anche il fatto delle prove e dell’”ansia” pre gara.”

“FastLuke” per SRL

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su ACCETTA e proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti al utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l’informativa.