C.I. ACI ESport Gran Turismo iRacing. Brands Hatch amara per Pezzoli. Petri comanda la classifica. In AM Reppucci scappa via

 SRC Squadra Corse ancora al comando in PRO, ma c’è Petri.
In AM è LR Racing Team che inizia a sognare 

DRAMMA PEZZOLI. LA SPUNTA PETRI 

Il terzo appuntamento a Brands Hatch per il Campionato Italiano ESport Gran Turismo 2021 su iRacing riserva il più grande colpo di scena.

La pole è di Patrick Selva, che riesce a mettersi alle spalle Pezzoli e Petri di SRC Squadra Corse, con Rocco Barone dI Coanda Simsport in seconda fila che precede Bacchilega e il duo Williams Esports di Sirica e Bertolotti. Al via sono pochi i brividi, con il gruppone più attento a non commettere errori che attaccare. Errore in cui incappa purtroppo Bertolotti, il quale per un soffio non coinvolge il suo compagno, sprofondando nelle retrovie. Da qui, Bertolotti sarà costretto ad una lunga e difficile risalita.

In gara si dimostra strepitoso Nick Madsen di MAG-Performance SimRacing Team che parte 15° e chiude 7°, dopo essere stato autore di tre spettacolari sorpassi su Gallini (Farasimtech-Racing Team), Favia (DRS Wave Italy) e Centonze (Kronos Squadra Corse). Stessa cosa si può dire per Andrea Salvi di Absolute Motorsport, che dopo un avvio difficile pche lo vedeva partire in ventesima posizione, chiude 10 °dopo una gara fatta tutta d’intelligenza tattica. Sfortunato invece Mirko Laurito di KGT Simracing, partito addirittura in P23, si trova decimo a 2 tornate dalla fine, quando viene coinvolto suo malgrado in un contatto.

Gara fino ad un certo punto perfetta quella di Pezzoli, ancora killer nell’overcut. Pit per Selva e Petri al giro 32, con il secondo che esce davanti, ma una tornata dopo Pezzoli pitta a sua volta ed esce al comando. La sorte è però in agguato poche curve dopo, quando un violento urto con l’auto di Vannozzi fuori controllo lo obbliga ai box per le riparazioni. Chiuderà 22°. Sotto la bandiera a scacchi passa per primo Petri seguito da Selva, mentre Barone commette un errore proprio all’ultimo giro e si fa sopravanzare da Bacchilega.

Si andrà a Zolder con una classifica stravolta, con Petri nuovo leader a 144 punti, seguito da Selva a 123 e Pezzoli a 105. Top 5 cche va completarsi con Moreno Sirica a 100 e Barone, che manca la ghiotta occasione di accorciare, a 78.

Vediamo come è andata nel servizio di Maurizio Cairoli.

MALE IAPICHINO E SFORTUNA GOTTUSO. REPPUCCI SE NE VA!

In categoria AM la qualifica è appannaggio di SRC Squadra Corse, con Salvatore Gottuso e Luca Iapichino a prendersi la prima fila. Pierpaolo Reppucci di LR Racing Team fa segnare il terzo tempo, con Federico Borin al suo fianco. Ma già al via iniziano i colpi di scena. Iapichino va lungo ala prima curva e si trova scaraventato nelle retrovie, con Gottuso che vola via inseguito dall’alfiere LR Racing Team e da Borin e Antonio Vittozzi di DRS Wave Italy. Ma dietro si scatena l’inferno, con una serie di contatti che coinvolgono molti protagonisti, Iapichino compreso, costretto poi a rimontare (chiuderà 5°) con una vettura in pessime condizioni. 

La gara scorre via e Gottuso sembra poter allungare, ma Reppucci è un fulmine al pit, piazzandosi nei suoi scarichi, mentre alle loro spalle infervora la battaglia tra Borin e Vittozzi. Nel contempo, in una gara di vera e propria sopravvivenza, Gabriele Ferrero di GTS Racing Team riesce a spuntarla su un ottimo Zambarbieri di Absolute Motorsport e Fadda di DRS Wave Italy. I tre finireanno in sesta, settima e ottava posizione.

Gottuso fa segnare il miglior tempo, ma, all’ultimo giro, la sfortuna si abbatte anche su di lui, così come era stato in PRO per il suo compagno Pezzoli: rottura del pedale del freno e corsa che finisce inevitabilmente a muro. Inaspettata, ma non meno meritata vittoria di Reppucci, che ora vola in classifica. Secondo Vittozzi che ha la meglio su Borin nelle battute finali.

In AM la classifica assume contorni alla vigilia inaspettati, con Reppucci al comando con 130 punti. 

SHARE

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Translate »