C.I. ACI ESport Gran Turismo iRacing. Rocco Barone alieno a Zolder. Gottuso mattatore in AM.

 Il pilota Coanda Simsport si rilancia in campionato. Sirica costretto al ritiro dopo un urto con l’audi di Petri. In AM Gottuso vince a accorcia su Reppucci 

BARONE IMPRENDIBILE. PETRI sbaglia: squalifica

La quarta prova a Zolder del Campionato Italiano ESport Gran Turismo 2021 su iRacing in categoria Pro, incorona Rocco Barone di Coanda Simsport: pole, best lap e vittoria che lo rilanciano in campionato. Con il tempo di 1:26.593, Barone strappa a Patrick Selva la prima piazzola a meno di 10 secondi dal termine delle qualifiche. In seconda fila Emanuele Petri di SRC Squadra Corse e Mario Bertolotti di Williams Esports. Pezzoli solo 5° a fianco di Moreno Sirica. 

Al via tutti molto attenti, con Barone che imprime subito un ritmo forsennato. Bravo Petri a mettersi davanti a Selva e Pezzoli a guadagnare posizione Bertolotti, con quest’ultutimo che cede poi il passo ad un Sirica in gran forma che andrà anche a prendere e superare Pezzoli al 13° giro.

Nel frattempo, strappa la scena ai primi la battaglia per la decima piazza, con Riccardo Favia di Driving Revolution SimRacing, Nick Madsen di MAG-Performance SimRacing Team e Filippo Cristini di Farasimtech-Racing Team in continua bagarre. Al 14° giro Madsen tenta l’attacca a Favia che si difende strepitosamente, tanto da mettere il pilota MAG in difficoltà e permettere a Cristini un attacco al tornantino che non lascia scampo. 

Patrick Selva si avvicina sempre più a Petri mettendo pressione al pilota SRC, tanto che alla ventisettesima tornata, poco prima della Villeneuve, commette un errore mettendo due ruote sull’erba e innescando uno spin che termina al centro della pista. Selva passa, ma Sirica, che si trovava immediatamente alle loro spalle, non riesce a evitare l’urto con l’auto di Petri che si stava muovendo per guadagnare l’esterno del tracciato. Epilogo drammatico, con Petri e Sirica fuori ed i commissari di gara che giudicano così pericolosa la manovra di Petri da infliggendogli la squalifica dalla gara e attenzionandolo con un warning. Fortunato Pezzoli che, nonostante vada anche lui al contatto con l’auto di Petri, riesce a proseguire e concludere in terza posizione.

Vince Rocco Barone seguito da un Patrick selva che con questo risultato balza addirittura in testa al campionato. Dietro a Pezzoli, arriva l’altro pilota Farasimtech Gallini e Alessandro di Franco (DRS) entrambi autori di una gara di altissimo livello.

Classifica che si appiattisce in vista di Spa: Selva a 168 punti, Pezzoli a 145 e Petri, privato dei 5 punti che avrebbe guadagnato in questa gara, terzo a 144. Barone rientra in corsa a 131, mentre Moreno Sirica, che paga amaramente il ritiro, segue a 106 punti. Il pilota Williams è costretto ora all’impresa a partire dal prosismo appuntamento belga..

Vediamo come è andata nel servizio di Maurizio Cairoli.

AM: VINCE GOTTUSO, MA REPPUCCI COMANDA ANCORA LA CLASSIFICA

In categoria AM il mattatore è Salvatore Gottuso di SRC Squadra Corse, con le qualifiche che vedono in difficoltà il leader della classifica Reppucci di LR Racing Team (solo 7°) con il suo teammate Vedovelli che pare invece essere a suo agio sul circuito belga. Gottuso strappa la pole con Vedovelli a poco più di 2 decimi. Seconda fila per Iapichino (SRC) e Vittozzi di Driving Revolution SimRacing. 

Partenza che non scombina le prime posizioni, ma coinvolge Reppucci in un contatto che causerà danni che lo penalizzeranno nel passo per tutta la gara. Male Borin (SRC) che parte 5° ma commette un brutto errore che lo fa scivolare in 11° posizione, mentre è viva la battaglia tra lo stesso Repucci, Vittozzi, Bruno di KGT Simracing Team e poi Andrea Dalla Valle di Absolute Motorsport che parte 10°, ma è autore di una fantastica rimonta che lo farà chiudere in P4, prima Lamborghini in mezzo al dominio Audi.

Bene anche Ferrero di GTS Racing Team e Fadda (DRS), mentre Kovac (Absolute) piazza decima l’unica McLaren in pista. Sfortuna, invece, per MAG-Performance SimRacing Team, con Chiesa e Costantino subito coinvolti in alcuni contatti e costretti al ritiro, con il solo Salomoni che riesce a chiudere 12° una gara di sacrificio.

Gottuso domina anche con il giro veloce, con il solo Iapichino a tenergli il passo. Vedovelli riesce a mantenere il controllo della terza posizione portando LR Racing Team ancora a podio. Non malca inoltre il colpo di scena nel finale, con Vittozzi a corto di benzina proprio all’ultima curva e costretto a cedere a Reppucci la quinta posizione per soli 50 millesimi. 

In classifica, l’alfiere LR Racing Team resta al comando, ma Gottuso accorcia a sole 19 lunghezze. In vista di Spa, anche Borin a 135 e Iapichino a 131 rimangono in gioco, quasi raggiunti, però, da Vedovelli e Dalla Valle. 

SHARE

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Translate »