C.I. ACI ESport FX2000 iRacing. Il Glen dice ancora Bechelli e Zipoli. La corsa al terzo posto è riaperta

La penultima gara si chiude con l’ennesimo dominio DRS Wave Italy. Barcellona sarà una finale a due. Male Ghidi: il terzo posto è in bilico.

COME DA COPIONE

Non ci sono stati i sussulti tanto agoniati nel penultimo appuntamento del Campionato Italiano FX2000 ACI Esport 2021 a Watkins Glen, dove Bechelli e Zipoli hanno nuovamente portato a termine la gara perfetta, concedendosi le giuste posizioni per arrivare a Barcellona sufficientemente vicini per dar vita a quella che – hanno promesso entrambi durante le interviste post gara – sarà una finalissima senza esclusione di colpi.

A dire il vero, quei 18 punti di vantaggio che ha Zipoli sul compagno di squadra – che ha sì vinto entrambe le manche al Glen, ma ha concesso ad altri pole e giro veloce – sono un tesoretto importante. Facendo rapidamente due conti, anche se Bechelli facesse bottino pieno in Catalunya, a Zipoli sarebbero sufficienti un 2° e un 3° posto per assicurarsi il titolo iridato. Due terzi posti, invece, li collocherebbero a pari punti e lì Bechelli avrebbe la meglio per il numero di vittorie totali. Previsioni queste che andando a guardare le precedenti sei gare sembrano alquanto irrealistiche.

Si accorcia invece, e non di poco, la classifica nelle posizioni dietro ai due leader, con Ghidi che si fa raggiungere da Schlax e Agnello. Il pilota SRC Mivano ha solo due punti di vantaggio su quello MAG-Performance SRT e 3 sull’alfiere Absolute Motorsport. In spagna sarà spareggio.

PRIMA MANCHE: LA CONDIZIONE PERFETTA

Il duo DRS Wave Italy parte e saluta il resto della compagnia: la condizione perfetta per determinare, se ancora vi fossero stati dubbi, che all’ultima di campionato sarà incoronato uno dei due “men in black” e nessun altro. Come da copione, vincerà Bechelli, con Zipoli secondo. Alle loro spalle bellissimo il duello tra Herbigneaux e Fioroni di 3DRap Squadra Corse, culminato con un ruota a ruota al 4° giro che incanta gli spettatori. La spunta Herbigneaux, al Glen presentatosi in forma smagliante. Ghidi va invece a muro al 14° giro, inaugurando la sua sfortunatissima serata.

SCHLAX SUGLI SCUDI, MA E’ ANCORA HERBIGNEAUX

La griglia di manche 2 premia Michael Schlax, che con un bellissimo giro nella spint, riesce a piazzarsi in seconda fila. Pronti via e il pilota MAG-Performance prova addirittura a infilarsi in three wide tra i due piloti DRS Wave, ma desiste e deve poi guardarsi le spalle da un arrembante Herbigneaux. In serata di grazia, il belga mette a segno un sorpasso spettacolare, con due ruote sull’erba, passando in un colpo entrambi i piloti MAG, Schlax e Graziano. Ghidi incappa invece in un contatto proprio con Graziano, concludendo a muro. Le barriere mettono fuori gioco anche Fioroni, fin lì molto brvo.

Bechelli e Zipoli tagliano il traguardo in parata, con Herbigneau, Schlax, Agnello e un ottimo Diana a chiudere il sestetto.

Non resta che attendere Barcellona per scoprire chiè sarà l’erede di Marco Nesi.

SHARE

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Translate »