C.I. ACI ESport Prototipi iRacing. A Monza vince Gorlè e ipoteca il titolo iridato. In AM c’è ancora Sgrò.

 Gorlè vince anche a Monza, ma la notizia è l’assenza di Costantini. Titolo ad un solo punto. In AM Sgrò fa bottino pieno e ora solo un Kronos potrà vincere la categoria.  

GORLE’ : STORIA QUASI SCRITTA

Colpo di scena ancora prima del via nel sesto round di categoria PRO del Campionato Italiano ESport Prototipi 2021 su iRacing a Monza. Michele Costantini di Apex Racing Team è costretto ad alzare bandiera bianca per un infortunio, lasciando al proprio rivale Sacha Gorlè dei Mivano Simracing Team l’occasione di incrementare a dismisura il vantaggio di un punto che possedeva. 

Il belga tuttavia manca la pole, che va ad un ottimo Morelli di SRC Squadra Corse, il quale tiene la posizione su Gorlè anche in curva uno e fino al pit, dove, con un super overcut, come sempre fattore decisivo, l’alfiere Mivano si mette davanti a tutti. Morelli è costretto a quel punto a guardarsi le spalle dal suo compagno di team Panetta. I due inscenano una battaglia quasi senza esclusione colpi, dal quale ne esce vincitore proprio Panetta.

A tagliare per primo il traguardo è quindi il belga, che ha già una mano sul titolo iridato: gli bastera infatti totalizzare un solo punto in più di Costantini nell’ultimo Round a Spa. 

Con un’altra defezione importante, quella di Luca Fioravanti – anch’egli per un guaio muscolare -, grande battaglia per le posizioni a ridosso del podio. Ludwig Ghidi deve accontentarsi della quarta posizione dopo essere partito terzo, tenendosi alle spalle il duo MAG-Performance SimRacing Team composto da Graziano e Lama, con il secondo addirittura superlativo nel chiudere sesto dopo aver recuperato ben 10 posizioni.

Kronos Squadra Corse mette Fabio Milani in P7, davanti a Stefano Conte di PND Racing Team, anche lui autore di una fantastica rimonta dopo essere stato coinvolto in un contatto in partenza. A chiudere la top ten, Carrante di Revolution Simracing e Raffa Pisani.

Ecco il recap di Maurizio Cairoli.

LA CATEGORIA è DI UNA KRONOS. SI DECIDE A SPA

In Caterogia AM, terza vittoria per Antonino Sgrò dei Kronos Squadra Corse.

Qualifiche tiratissime, con Simone Sbraccia (Kronos) che agguanta la pole, in mano per diversi minuti a Voltolina di Absolute Motorsport Ξsports Racing Team. In seconda fila Sgrò (Kronos) e Sforzini di FRS Reparto Corse. Sfortunato Giuseppe Guarino di SRC Squadra Corse che per un solo secondo non riesce a concludere il suo giro più veloce. Partirà 8°.

Allo spegnimento dei semafori, il duo Kronos scappa letteralmente via, con Sbraccia davanti. Voltolina e Sforzini rimarranno vittime di incidenti che li spediranno loro malgrado nelle retrovie, mentre Guarino inizierà una vera e propria cavalcata a suon di sorpassi, sino a giungere a ridosso dei primi. Ma il colpo di scena è dietro l’angolo, quando poco prima del pit, causa il danneggiamento del fondo della sua P2, Sbraccia è costretto a cedere posizione prima a Sgrò e poi a Guarino. Sgrò è bravo è veloce al rifornimento, mentre gli pneumatici di Guarino pagano a caro prezzo una gara condotta sempre in attacco. 

Nel frattempo Sbraccia perde progressivamente terreno da un bravissimo Vasini di LR Racing Team. Ma quando l’attacco sembra maturo, Vasini commette un errore che regala all’alfiere Kronos la terza posizione.

Vince Sgrò, che si porta a 25 lunghezze da Sbraccia che resta leader in classifica, mentre Guarino mette una seria ipoteca sulla terza posizione finale ai danni di un Fabio Grassetto di Sikania Endurance partito 7°, ma giunto al traguardo solo 15°. Per i Kronos, a  Spa sarà una vera e propia finalissima!

SHARE

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Translate »